formazione udc

Terza Giornata di Formazione UdC: “La Next Generation EU”

Rivivi gli interventi del Giornalista Dott. Davide Giacalone, dei Docenti Universitari Alessandro Giovannini e Marco Boleo, dell’On. Angelo Alessandri di Grande Nord e dell’Ex Ministro all’Economia Professor Giulio Tremonti Si è svolta, Sabato 20 Febbraio, la Terza Giornata di Formazione Politica Online dell’Udc Italia. Siamo felici e onorati che siano potuti intervenire come da Programma: Dott. Davide Giacalone, Fondazione Luigi Einaudi Prof. Alessandro Giovannini, Università di Siena Prof. Giulio Tremonti, Presidente Aspen Istitute Prof. Marco Boleo, Fondazione Europa Popolare On. Angelo Alessandri, Grande Nord Ci siamo soffermati su diversi temi economici; siamo stati felicissimi, per altro, di poter porgere tantissime domande agli importanti relatori della Giornata. Noi Giovani dell’Udc Italia siamo orgogliosi di quanto fatto finora, credendo sempre più nell’ambizioso progetto di creare una Nuova Classe Dirigente Politica, Colta, Intelligente e Moderata! Vuoi rivedere quanto successo? Ecco un estratto: https://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Giacalone-Giustizia.mkvIl noto Giornalista Davide Giacalone ci spiega il difficile momento della Giustizia Italianahttps://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Giovannini-Imposte.mkvL’Economista Alessandro Giovannini ci spiega il difficile momento della Giustizia Italianahttps://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Tremonti-Recovery.mkvL’Ex Ministro Giulio Tremonti ci spiega il nuovo Recovery Planhttps://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Domanda-Affronti.mkvLa domanda di Nicola Affronti, Responsabile Giovani Udc Lombardia, all’Ex Ministro Tremontihttps://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Domanda-Cotroneo.mkvLa domanda di Davide Cotroneo, Responsabile Giovani Udc Lazio, all’Ex Ministro Tremontihttps://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Domanda-Lea-Licata.mp4La domanda di Lea Licata, Consigliera Comunale Udc Sommatino, all’Ex Ministro Tremontihttps://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Domanda-Flavio-Patti.mkvLa domanda di Flavio Patti, Giovane Udc di Agrigento, all’Ex Ministro Tremontihttps://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Alessandri-Ambiente-recovery.mkvL’On. Angelo Alessandri di Grande Nord ci parla di Economia Sostenibilehttps://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Boleo-Debito-Pubblico.mkvL’Economista Marco Boleo ci spiega le dinamiche del Debito Pubblicohttps://www.udcgiovani.it/wp-content/uploads/2021/02/Dibattito-Giovani-Superstiti.mkvIl Dibattito tra i Giovani Udc sulle Autonomie DifferenziateVuoi Restare in Contatto con noi? https://www.udcgiovani.it/udc-italia-giovani-contatti/ 

Decio Terrana

Intervista al Responsabile Nazionale Enti Locali Decio Terrana sul coinvolgimento dell’Udc Italia nel prossimo Governo Draghi

L’intervista di Adriano Pistilli al Responsabile Nazionale dell’Udc Italia agli Enti Locali sul coinvolgimento dell’Udc nel prossimo Governo Draghi di Adriano Pistilli Abbiamo intervistato l’On. Decio Terrana, Responsabile Nazionale dell’Udc Italia agli Enti Locali e Coordinatore Politico dell’Udc in Sicilia. Da sempre attivo nel mondo dell’associazionismo cattolico, è anche membro dell’esecutivo nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori. Dal 2017 è alla guida dell’Udc in Sicilia, dove con grande impegno ha raggiunto ottimi risultati sia in termini di percentuali che di presenza dello Scudocrociato sul territorio siciliano e non solo. 1) Va riconosciuto all’UDC che esso è uno dei pochi Partiti che rivolge grande attenzione ai giovani. All’interno del Partito è presente una sezione dedicata ai giovani che ha organizzato delle giornate di formazione politica sul modello delle scuole di Partito della prima Repubblica. Come valuta tale iniziativa? Fin dal primo giorno dell’attività politica svolta dal 2017 in poi abbiamo cercato di avere grande attenzione per i più giovani, perché saranno loro la nuova Classe Dirigente Politica. E’ in corso un cambiamento radicale nelle Istituzioni. La Pandemia, la crisi economica che ne segue, hanno evidenziato il fallimento del Progetto Politico del Movimento 5 Stelle, almeno nella sua forma originale; adesso è ben chiaro a tutti quanto importanti siano le competenze in Politica, tanto che proprio in questi giorni stiamo assistendo ad un repentino cambiamento anche dell’opinione pubblica, che vede nel Presidente incaricato Draghi la soluzione al momento difficile che stiamo vivendo e che il Governo Conte non ha saputo fronteggiare adeguatamente. I Giovani sono quindi l’elemento fondamentale del Progetto Politico dell’Udc, devono essere protagonisti e devono prepararsi a guidare le Istituzioni nel prossimo futuro. Abbiamo svolto un primo evento in Sicilia nel 2019, con più di 200 giovani che poco dopo si son ritrovati ad essere consiglieri comunali e amministratori, ed adesso abbiamo istituito formalmente la Scuola di Formazione Politica, svolta online per le evidenti difficoltà derivanti dal Covid-19; preparazione, attitudine, competenze, si acquisiscono col tempo e con l’esperienza, oltre che con lo studio. Abbiamo già ospitato grandi nomi come l’ex Ministro Rocco Buttiglione, ci prepariamo ad ospitare il 20 Febbraio l’ex Ministro Giulio Tremonti, il noto Giornalista Davide Giacalone e altri importanti docenti universitari. Una scuola che non mira a formare esclusivamente nelle competenze, ma anche nel modo di essere, in linea coi principi moderati della dottrina sociale della Chiesa. E siamo sicuri che questi giovani saranno pronti per guidare il nostro Paese. 2) Per i giovani vede un futuro in politica? Potrei dire “ho già risposto”. Ma non è così semplice. Onestamente l’ondata di giovani alle prime armi portata in Parlamento dal M5S ha rischiato e rischia di delegittimare tanti giovani preparati e adeguati ad amministrare le Istituzioni. Ai Giovani dico di avere pazienza, di aspettare il proprio turno, che arriverà sicuramente. Tra i nostri Giovani abbiamo tantissime professionalità e competenze, che sicuramente troveranno spazio nei prossimi anni. 3) Come valuta l’operato del Governo Conte? Negativo, purtroppo. Di attenuanti possono anche essercene tante, prima fra tutti la Pandemia. Ma voglio invitarvi a riflettere: proprio la Pandemia ha dimostrato come non possiamo permetterci che alla guida delle Istituzioni ci siano persone inadeguate. Si è solo scoperto un nervo, aperta una ferita esistente. Un Governo che già faticava nella normale gestione quotidiana è completamente imploso con un evento di carattere straordinario. Ma la competenza serve anche per questo, per farsi trovare pronti anche nei momenti di difficoltà. E’ fallito l’ “Uno vale Uno” tanto esaltato dai grillini, e speriamo adesso che con Draghi ci sia il definitivo ritorno delle Competenze in Politica. Sul Governo Conte aggiungo anche che non mi è piaciuto molto il trasformismo che ha dimostrato pur di restare al potere: non si può essere buoni per tutte le Stagioni, una scelta di campo andrebbe sempre fatta. 4) Avreste preferito tornare alle urne oppure valuta positivamente la scelta di Mattarella di conferire l’incarico a Mario Draghi? Dunque. Domanda piuttosto complessa. Fermo restando che la strada maestra deve sempre essere il giudizio dei Cittadini che in meno di un anno hanno dimostrato, dai sondaggi pubblicati e nelle elezioni regionali e amministrative, di essersi gravemente pentiti delle scelte fatte alle Politiche del 2018, reputo saggia la scelta del nostro Presidente. Sarebbe stato molto complesso lavorare alla definizione di un Piano Economico che porterà all’Italia più di 300 Miliardi con le Camere sciolte. E’ più che comprensibile, quindi, che si affidi la Guida del nostro Paese ad un “grande Italiano”, affermato e conosciuto in tutto il mondo, che si metta alla guida di un Governo di Alto Profilo che porti l’Italia fuori dal terribile momento in cui stiamo vivendo. Questo però ha un solo significato, e non dobbiamo dimenticarlo: questa classe dirigente politica ha fallito, ha dimostrato di non essere adeguata al ruolo che è stata chiamata a ricoprire. 5) Ritiene che Mario Draghi sarà un valido Presidente del Consiglio? Intendete sostenerlo? Innanzitutto ci tengo a sottolineare che l’Udc Italia ha fatto una scelta di campo ben precisa, schierandosi al fianco del Centrodestra in Parlamento, non lasciandosi “ingolosire” dalle Poltrone che il Conte-bis o Conte-ter avrebbe offerto. Proprio perché serviva un vero cambio di passo, offerto dal Presidente Mattarella. Mario Draghi può essere l’uomo giusto al momento giusto e, sicuramente, ci avrà al suo fianco per fronteggiare questo grave momento. L’Italia ha bisogno che tornino alla guida gli uomini “liberi e forti”, come definiti da Don Luigi Sturzo, e ci auguriamo che Mario Draghi dimostrerà di essere uno di loro. 6) Il Governo avrà molto da fare: sconfiggere la pandemia e rilanciare l’economia del Paese. Quali sono le proposte che porterà l’UDC per affrontare questi due enormi problemi? Bisogna prima di tutto riportare l’Uomo al centro della Società, non i tecnicismi. L’Uomo, i suoi bisogni, la famiglia, il ruolo nella società. Creare benessere, è questo il vero obiettivo che bisogna porsi. La sfida che vogliamo lanciare non è il semplice “Bonus” o chissà quale misura assistenziale. Bisogna creare le basi per il benessere di tutti, e per far ciò bisogna puntare sul motore della nostra Economia, le Piccole e Medio Imprese, che sono state totalmente abbandonate dal Governo Conte. Dalle Imprese arriva il lavoro, dal lavoro arriva il benessere. Questo non vuol dire abbandonare, però, i sussidi. Ricordiamoci dei disabili, ad esempio, categoria clamorosamente dimenticata dai vari provvedimenti del Governo Nazionale. Quando si parla di benessere si parla di uguaglianza, …

Intervista al Responsabile Nazionale Enti Locali Decio Terrana sul coinvolgimento dell’Udc Italia nel prossimo Governo Draghi Leggi altro »

Terza giornata della Scuola di Formazione Politica Online Udc

Il prossimo 20 Febbraio, dalle ore 9.30, si svolgerà come da programma la Terza Giornata di Formazione Politica Online dell’Udc Italia organizzata dai Giovani Udc. La Scuola, che ha registrato l’adesione di circa 300 giovani iscritti da tutta Italia e che si svolge in maniera totalmente telematica vista l’attuale emergenza Covid, affronterà questa volta temi economici con lo slogan “Next Generation EU”, chiaro riferimento all’indirizzo che è stato dato dall’Unione Europea al Recovery Plan. Le tematiche verranno affrontate nelle diverse sfumature grazie al diverso background degli importanti ospiti della Giornata. Ecco infatti il programma: Ore 9.30 L’Italia quinta potenza mondiale – Dott. Davide Giacalone, Fondazione Luigi Einaudi Ore 10.00 Le Imposte come pungolo dell’economia – Prof. Alessandro Giovannini, Università di Siena Ore 10.30 L’Economia sostenibile – On. Angelo Alessandri, Grande Nord ore 11.00 Perchè serve il Mes – Prof. Marco Boleo, Fondazione Europa Popolare ore 11.30 Il nuovo “Recovery Plan” – Prof. Giulio Tremonti, Presidente Aspen Istitute ore 12.30 Dibattito Giovani UDC – Il Recovery Plan per i Giovani   Nella seconda giornata del 23 Gennaio abbiamo parlato di amministrazione delle istituzioni, con l’illustre partecipazione dell’ex Ministro Rocco Buttiglione, che ci ha entusiasmato con le sue parole rispondendo alle nostre curiosità, e con diversi amministratori locali di tutta Italia. Questa volta il tema di riferimento è l’Economia. Abbiamo definito la terza giornata con lo slogan “Next Generation EU” proprio perché l’Unione Europea è stata più che chiara che questo programma deve coinvolgere in tutto e per tutto noi Giovani, argomento palesemente disatteso dal Governo Conte nelle bozze presentate. Ringraziamo tutta la Direzione Nazionale dell’Udc Italia che ci ha permesso di dare vita a questa grande realtà formativa per tutti noi Giovani, siamo sempre più entusiasti delle attività formative svolte. Per chi volesse partecipare o avere informazioni: https://www.udcgiovani.it/udc-italia-giovani-contatti/ 

Intervista all’ingegnere Gero Palermo, Coordinatore Nazionale Giovani Udc Italia

di Adriano Pistilli Abbiamo intervistato Gero Palermo, 34 anni, Ingegnere delle telecomunicazioni ed Innovation Manager. Fin da bambino comincia ad avvicinarsi all’UDEUR ed ai suoi rappresentanti, politici di poche parole e molti fatti. Nel 2016 entra nell’UDC Sicilia del suo Paese e, grazie al grande lavoro del Coordinatore Politico in Sicilia On. Decio Terrana è il moderatore della Giornata dedicata ai Giovani Udc “Don Sturzo tra i Millennials” che si è svolta a Caltanissetta il 16 Luglio 2019 con più di 200 giovani siciliani e gran parte del direttivo dell’ UdC Italia. La sua costanza, impegno e professionalità vengono premiate, nel 2019 diventa il responsabile regionale giovani UDC in Sicilia e nel marzo 2020 coordinatore nazionale giovani UDC, incarico che riveste tuttora. Ci racconti brevemente la storia dell’UDC, dei suoi membri più autorevoli e dei valori di questo Partito. L’Unione dei Democratici Cristiani e Democratici di Centro (UDC) è stata fondata il 6 Dicembre 2002 dalla fusione fra i grandi partiti dell’ex DC: il CCD, la vecchia corrente dorotea guidata da Pierferdinando Casini, il CDU di Rocco Buttiglione a cui erano legati i miei rappresentanti e Democrazia Europea di Sergio D’Antoni. Dal 27 ottobre 2005 il Partito è guidato da Lorenzo Cesa con l’ex Presidente della Camera Pier Ferdinando Casini Leader fino al 2016. Mi piace ricordare che nel 2008 l’UDC è l’unica forza politica al di fuori dei Poli di CDX e CSX che riesce ad entrare in Parlamento, dopo la scelta di non confluire nel PDL di Berlusconi per restare fedele ai propri valori ed alla propria tradizione. L’UDC sembra scomparire poiché molti elementi entrano a far parte del Nuovo Centrodestra di Alfano prima, e dei Centristi per l’Italia poi. Ma grazie alla tenacia del nostro Segretario l’UDC riesce a mantenere la propria identità ed essere molto presente sullo scenario politico nazionale, ottenendo dal 2017 in poi grandi successi alle Regionali e sui vari territori fino ad essere rappresentato in Senato, oggi, dai Senatori Paola Binetti, Antonio Saccone e Antonio De Poli, attuale Presidente del Partito. L’UDC rappresenta oggi l’ultimo baluardo dei valori moderati e dei cattolici in Politica; potrei elencare tantissimi nomi di grande spessore che sono stati parte integrante di un Partito che ha avuto il difficile compito di portare avanti i valori dello Scudocrociato in un’Italia che ha condannato, lasciatemelo dire ingiustamente, la Democrazia Cristiana del 1992. I nostri valori si basano principalmente sulla Famiglia, mettendo al centro della nostra Politica la tutela dell’Uomo e della Donna prima di tutto. Stando vicino ai cittadini, sempre presenti direttamente sul territorio, ci siamo proposti dei punti chiave quale il libero accesso per tutti allo Studio ed all’Università, Sanità di eccellenza su tutti i territori, lotta all’emigrazione dei nostri ragazzi verso il Nord Italia o addirittura all’Estero, una fuga di cervelli che spopola i nostri Comuni, una fiscalità di vantaggio per rilanciare il tessuto socio-economico di P.Iva e PMI, reti stradali e ferroviarie adeguate, valorizzazione dell’Agricoltura e acqua pubblica ed accessibile a tutti, valorizzazione del patrimonio turistico e letterario, punti portati avanti da una nuova Classe Dirigente Politica che sia Colta, Garbata, Moderata ed ispirata ai valori della Dottrina Sociale Cattolica. L’UDC è sempre stato un Partito attento ai giovani. Quali parlamentari vi hanno dedicato più attenzione? Da sempre l’UDC ha avuto grande attenzione per i Giovani, di fatti anche il Coordinatore Nazionale dei Giovani ha sempre avuto grande spazio all’interno delle decisioni del Partito. Una bella eredità della DC, dove il Segretario Nazionale dei Giovani era sempre coinvolto nelle grandi scelte politiche di un Partito che ha fatto dell’Italia la quinta potenza mondiale. Lo stesso Casini è stato Presidente dei Giovani Democratici Cristiani e membro della Direzione Nazionale della DC dal 1987. C’è da sempre stata grande attenzione anche nella formazione dei Giovani, così come quando le Segreterie formavano davvero persone pronte a guidare le istituzioni. Oggi i giovani sono allo sbaraglio, abbiamo addirittura ministri che non hanno mai conosciuto un ambiente amministrativo, figuriamoci politico. Non è un caso che questo Governo si affidi a delle Task Force. Ma come vedremo nella nostra Scuola di Formazione Politica non è sufficiente in Politica solo la competenza personale o l’esperienza, ma si può fare buona politica solo quando vi è il giusto miscuglio tra un’adeguata base culturale, l’esperienza maturata, la competenza e l’attitudine ad aiutare il prossimo. Il nostro Segretario va ringraziato davvero tanto perché sta dando tanto spazio ai più giovani e ci sta permettendo anche di crescere, toccando con mano le difficoltà politiche che viviamo. Nella mia esperienza non posso però non ringraziare anche il Responsabile Nazionale agli Enti Locali dell’Udc, l’On. Decio Terrana, che in questo periodo mi ha guidato tanto ed è per me fonte di formazione costante ed un punto di riferimento per ogni difficoltà. All’interno dell’UDC è presente una sezione dedicata ai giovani che di recente ha organizzato delle giornate di formazione politica. Quanti incontri si svolgeranno? Che temi si affronteranno? Chi saranno i relatori? La Scuola di Formazione Politica è stata fortemente voluta dal nostro Segretario Cesa e da Decio Terrana. Abbiamo organizzato una piattaforma online nazionale per coinvolgere tanti giovani e renderli partecipi della nostra iniziativa, assicurando loro una formazione svolta da persone di grande spessore. Abbiamo raccolto più di 200 iscrizioni da tutto il territorio nazionale ed il 19 Dicembre abbiamo svolto una giornata di Presentazione della Scuola, alla quale oltre agli organizzatori ed ai tanti giovani hanno partecipato anche il Senatore Antonio Saccone e tanti amici dell’Udc e del polo moderato con il quale ci si sta impegnando a convergere in programmi ed iniziative future. Sono intervenuti anche tanti nostri giovani amministratori ed abbiamo lasciato la parola ai tanti presenti affinchè si facessero conoscere, così come faremo in ogni appuntamento. Abbiamo previsto 6 appuntamenti tematici, uno al mese: Amministrare le Istituzioni, Economia e Finanza, Innovazione e Comunicazione, Ecologia e Cura del Creato, Dottrina Sociale e Politiche Europee. Ogni giornata vedrà una prima parte più storica e di dottrina, perché è dalla nostra storia che bisogna partire per guardare al futuro, per entrare poi nel tema quotidiano con diversi docenti universitari, politici, scrittori, personalità dello spettacolo e del mondo cattolico che si confronteranno con i giovani presenti. Tra i nomi più importanti abbiamo avuto la disponibilità dell’ex Ministro Giulio Tremonti, del Presidente onorario dell’Udc Rocco Buttiglione, Don Massimo Naro, illustre scrittore, dei Docenti Patrizia Livreri, …

Intervista all’ingegnere Gero Palermo, Coordinatore Nazionale Giovani Udc Italia Leggi altro »

Formazione Udc Italia

Prima Giornata di Formazione UdC: “Il Centro Siamo Noi”

Presentata la Scuola di Formazione Politica Online dell’ Udc Italia Grazie a tutti per aver partecipato, nonostante l’imminente periodo natalizio!!! Abbiamo avuto coraggio ed abbiamo avuto successo!!! Un grazie speciale al Segretario Nazionale Lorenzo Cesa, al Responsabile Nazionale agli Enti Locali Decio Terrana, ai Senatori che hanno dato la loro disponibilità ed a tutti i Giovani che hanno partecipato numerosi… Ci rivediamo il 23 Gennaio per la Giornata Formativa “Amministrare le Istituzioni”… Di seguito alcuni contenuti sulla Giornata del 19 Dicembre 2020 per la scuola dei Giovani Udc Presentata la scuola di formazione politica online dell’Udc Si è svolto online l’evento di presentazione della scuola di formazione politica dell’Udc a cui hanno aderito più di 200 giovani iscritti da tutta Intervista all’ingegnere Gero Palermo Coordinatore nazionale giovani Udc Italia – Corriere Nazionale Abbiamo intervistato Gero Palermo, 34 anni, ingegnere delle telecomunicazioni ed innovation manager. Fin da bambino comincia ad avvicinarsi all’UDEUR ed ai suoi rappresentanti, politici di poche parole e molti fatti. Nel 2016 entra nell’UDC Sicilia del suo Paese e, grazie al grande lavoro del Coordi… L’ intervento del Segretario dell’ Udc Italia On. Lorenzo Cesa alla Scuola di Formazione Politica Online dell’Udc Italia – Prima Giornata 19 Dicembre 2020 L’ intervento del Responsabile Nazionale dell’ Udc Italia On. Decio Terrana alla Scuola di Formazione Politica Online dell’Udc Italia – Prima Giornata 19 Dicembre 2020 L’ intervento del Portavoce Nazionale dell’ Udc Italia Sen. Antonio Saccone alla Scuola di Formazione Politica Online dell’Udc Italia – Prima Giornata 19 Dicembre 2020 L’ intervento del Consigliere Provinciale UDC di Pavia Nicola Affronti alla Scuola di Formazione Politica Online dell’Udc Italia – Prima Giornata 19 Dicembre 2020 L’ intervento dell’Assessore Comunale di Scordia Valentina Tringali alla Scuola di Formazione Politica Online dell’Udc Italia – Prima Giornata 19 Dicembre 2020 Davide Cotroneo da Roma chiede notizie al Segretario Cesa sul Tesseramento e sul prossimo Congresso dell’Udc Italia Daniela Reho da Milano chiede al Responsabile Nazionale agli Enti Locali Decio Terrana se ancora oggi si può parlare di Cattolici in Politica Ugo Capostagno dalla provincia di Caltanissetta chiede al Segretario Lorenzo Cesa se altri possono usare lo Scudocrociato, di chi è la Proprietà e come va utilizzato Andrea Camorani da Pavia chiede informazioni al Segretario Nazionale Lorenzo Cesa sull’utilizzo del Mes e del Recovery Fund Gero Palermo chiede al Senatore Antonio Saccone l’approccio avuto i primi giorni con l’arrivo dei tanti M5S e come è vissuta al Senato la continua Fiducia richiesta dal Governo, che paralizza in pratica le Attività Parlamentari, sostituite dalle Task Force Stefano Licata dalla provincia di Caltanissetta chiede a Decio Terrana perchè oggi la Politica non riesce a sviluppare grandi personalità come fatto invece nel passato Rosalia Proto da Agrigento chiede notizie a Decio Terrana sul Numero Chiuso e sulla libera Università, grande battaglia dell’Udc Italia Il Saluto del Professore Antonino Giannone, prossimo Docente della Scuola di Formazione Online Il Saluto del Dottor Lorenzo Tricoli, prossimo Docente della Scuola di Formazione Online L’ intervento del delegato di Rivoluzione Cristiana Luigi Forte alla Scuola di Formazione Politica Riflessioni di Davide Cotroneo sulle difficoltà delle Imprese, soprattutto dopo la diffusione di Covid-19 Daniela Reho racconta la realtà di Milano e di come l’Udc possa essere contenitore di tanti movimenti autonomisti Il saluto di Antonia Genovese da Porto Empedocle (AG) Il Saluto di Angelo Prioli da Frascineto (Cosenza) Il Saluto di Mariastella D’Orazio da Chieti Il Saluto del Professore Baldo Portolano, responsabile del collegio di Sciacca (Agrigento) Il Saluto del Consigliere Comunale di Voghera Antonio Califano Il Saluto di Carlo Palermo dalla provincia di Cosenza Il Saluto di Michele Orione dalla Provincia di Pavia Il Saluto di Francesca Esposito da Bari Il Saluto di Luciano Brunetti da Civitanova Marche Il Saluto della Professoressa Elisabetta Spinoglio da Alessandria Il Saluto di Nicola Toajar dalla provincia di Verona Saluto finale del Coordinatore Nazionale Giovani Udc Gero Palermo

Giovani Udc 16 Luglio

I Giovani dell’Udc Italia lanciano la Scuola di Formazione Politica Online

Il Coordinatore Nazionale dei Giovani dell’Udc Italia, Gero Palermo, ha trasmesso una nota ufficiale per annunciare la prossima Scuola di Formazione Politica dei Giovani dell’Udc Italia. Viste le difficoltà organizzative dovute alla diffusione di Covid-19, la partecipazione sarà possibile mediante Piattaforma Web. “Sta risultando sempre più difficile riuscire a svolgere Attività Politica ai tempi del Covid – trasmette Gero Palermo – Grazie alla disponibilità ed al Lavoro del nostro Segretario Nazionale Lorenzo Cesa, l’Udc Italia sta continuando a riorganizzare il Partito su tutto il Territorio Nazionale; i risultati delle ultime Regionali ed Amministrative hanno evidenziato come l’Italia abbia voglia di Centro e come un forte Centro Moderato risulti necessario e fondamentale per dare garanzie di affidabilità e continuità amministrativa. Purtroppo sia le Forze di Sinistra che quelle di Destra si presentano oggi piuttosto instabili e mutevoli; mai come in questo momento si sente la mancanza di un centro forte ed affidabile al Governo”. Il Coordinatore Nazionale Gero Palermo con il Segretario Nazionale Lorenzo Cesa, il Coordinatore Politico Udc Sicilia Decio Terrana, il Parlamentare all’Ars Vincenzo Figuccia ed il Responsabile Regionale agli Enti Locali Lorenzo Tricoli L’Udc Italia vuole continuare con l’investimento in una nuova Classe Dirigente Politica già iniziato il 16 Luglio 2019 a Caltanissetta con più di 300 Giovani che hanno partecipato alla giornata di Formazione Politica dedicata a Don Luigi Sturzo e promossa dal Coordinatore Regionale dell’Udc Decio Terrana. Il Segretario Regionale Udc Sicilia Decio Terrana il 16 Luglio 2019 a Caltanissetta – Giornata di Formazione Politica dedicata a Don Luigi Sturzo “Purtroppo quest’anno non siamo riusciti a ripetere l’evento che, come prestabilito, si sarebbe dovuto svolgere a Roma – continua il Coordinatore Nazionale dei Giovani Udc – La diffusione del Virus ci ha frenati, abbiamo dovuto rinunciare anche alla consueta Festa Annuale dell’Udc Italia di Settembre. Abbiamo aspettato l’evolversi della situazione; nonostante il periodo, però, non vogliamo restare fermi, spinti anche dalla grande voglia di Centro che continua a palesarsi in tutta Italia. Annunciamo dunque che si svolgeranno quattro Giornate Formative Online, fruibili attraverso il nostro Sito Web “www.udcgiovani.it”. Vista la modalità scelta, il Programma non potrà essere svolto in un paio di giorni continuativi; spalmeremo quanto organizzato in quattro diversi appuntamenti mensili con la partecipazione di tutti coloro che rappresentano oggi lo scudocrociato in Italia, a partire dal Segretario Nazionale Lorenzo Cesa, i Senatori Paola Binetti, Antonio Saccone e Antonio De Poli, Presidente dell’Udc Italia, il Responsabile Nazionale agli Enti Locali Decio Terrana e tanti coordinatori e giovani amministratori che già oggi costituiscono l’organigramma del nuovo Udc Italia. Ascolteremo anche l’esperienza di alcuni dei ragazzi che hanno partecipato il 16 Luglio 2019 a Caltanissetta che hanno avuto la possibilità, nel frattempo, di intraprendere la loro prima esperienza politica, sia amministrativa che di coordinamento. Oggi lo Scudo Crociato è rappresentato da Giovani Amministratori e Giovani Professionisti che hanno sposato le iniziative dell’Udc Italia: si può solo guardare al futuro, ogni ritorno al passato può solo rappresentare una suggestione negativa”. 

Accetta le nostre condizioni di Privacy e sull'utilizzo dei Cookies | Privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi